Zhero Consulting

Whistleblowing: Nuove Regole per la Segnalazione di Illeciti sul Lavoro

La trasparenza e l’integrità nei luoghi di lavoro sono temi sempre più centrali, e il whistleblowing, ovvero la pratica di segnalare attività illecite o improprie all’interno di un’organizzazione, gioca un ruolo chiave in questo contesto. Con l’introduzione del Decreto Legislativo 24/2023, nuove regole e disposizioni sono state adottate per regolamentare il whistleblowing in Italia.

Cosa cambia con il Decreto Legislativo 24/2023?

Il nuovo Decreto Legislativo riguarda la segnalazione di illeciti di cui un dipendente, collaboratore o professionista è venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

Ecco alcuni punti salienti delle nuove regole:

1. Ampliamento delle Protezioni: Il Decreto amplia le protezioni per i whistleblower, garantendo che coloro che segnalano attività illecite non subiscano rappresaglie o discriminazioni sul lavoro.
2. Obbligo di Canali Interni: L’organizzazione è tenuta a mettere a disposizione dei dipendenti canali interni dedicati per effettuare segnalazioni in modo protetto e, ove possibile, anonimo.
3. Responsabilità dell’Impresa: Il Decreto introduce una maggiore responsabilità per le imprese, che devono garantire la tutela dei whistleblower e fornire risposte tempestive alle segnalazioni.
4. Ruolo dell’ANAC: L’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) è coinvolta nel monitoraggio e nella valutazione delle politiche aziendali in materia di whistleblowing, contribuendo a garantirne l’efficacia.

L’Etica e la Responsabilità sul Lavoro

Il whistleblowing, se effettuato in modo responsabile ed etico, può contribuire a creare ambienti di lavoro più trasparenti e sicuri. Questa pratica non solo protegge l’organizzazione da comportamenti scorretti, ma favorisce anche una cultura aziendale basata sull’integrità.

Come Adattarsi alle Nuove Normative?

Le aziende sono ora chiamate a rivedere e, se necessario, adeguare le proprie politiche interne per rispettare le nuove disposizioni del Decreto Legislativo 24/2023. Questo potrebbe includere la revisione dei canali di segnalazione esistenti, la formazione del personale e l’implementazione di procedure interne più strutturate.

Conclusioni
Il whistleblowing è un potente strumento per promuovere la legalità e l’etica nei luoghi di lavoro. Con l’introduzione del Decreto Legislativo 24/2023, il panorama delle segnalazioni di illeciti si evolve, e le organizzazioni sono chiamate a rispondere con una maggiore attenzione alla trasparenza e alla responsabilità.

 

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial