Blog No Sidebar

  /  Blog No Sidebar

Quante volte hai sentito parlare di bandi regionali o finanziamenti europei? Ne hai mai approfittato? Credi sia troppo difficile? Non è così, basta affidarsi ai consulenti giusti. Zhero Consulting può aiutarti a trovare la formula più adatta ad ogni tua esigenza e ti seguirà in ogni fase: dalla preparazione sino all’erogazione del bonus. Cerchiamo intanto di fare chiarezza e ti proponiamo due

Il continuo aggiornarsi della normativa in merito alla sicurezza sanitaria nei luoghi di lavoro, accrescendo la confusione e lo smarrimento generali, può indurre in errori ed in conseguenti sanzioni amministrative per il datore di lavoro e per i suoi dipendenti. Abbiamo dunque deciso di riunire, in questo articolo, le FAQ più frequenti poste dai nostri clienti: ci auguriamo possano rispondere esaurientemente

Avete mai sentito parlare del Decreto Legislativo 231/2001? Riguarda la protezione dei datori di lavoro da eventuali reati commessi dai dipendenti all’interno dell’azienda e, in generale, nel contesto lavorativo. Il D.lgs. in questione si applica alle persone giuridiche, alle società e alle associazioni anche prive di responsabilità giuridica. Il decreto, invece, non può essere applicato ad una serie di figure come ad

1. Performante al tuo lavoro Vi starete chiedendo: cosa c’è di più semplice che scegliere una imbracatura? Poi in fondo ognuna è formata dagli stessi elementi e può essere utilizzata in mille modi. E invece no. Il primo imprescindibile punto per scegliere l’imbracatura perfetta è partire dal lavoro che si intende svolgere con questa. Sul mercato ci sono svariati tipi di imbracature, ognuna della

Nei precedenti articoli abbiamo effettuato un’analisi in merito agli ambienti confinati. Cosa siano, come riconoscerli e, ovviamente, come tracciare una linea guida per prevenire possibili infortuni. Chiariti i passi precedenti (per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere tutti gli altri articoli riguardanti il tema) è opportuno dotarsi delle adeguate attrezzature e DPI, sia per le fasi di lavoro che per le operazioni

 Gli ambienti confinati continuano ad essere luoghi di lavoro molto a rischio dove la maggior parte degli infortuni sul lavoro sono letali e plurimi ovvero riguardano spesso non solo l’operatore ma anche il soccorritore se queto non ha i mezzi adeguati e una buona formazione. È necessario quindi effettuare a monte una valutazione dei rischi del determinato ambiente confinato dove

Un passo fondamentale per lavorare in sicurezza in ambiente confinato riguarda la pianificazione e progettazione delle attività, definendo le procedure operative di lavoro e di gestione dell’emergenza. L’accesso in ambienti confinati non dovrà mai essere improvvisato ma rispettare le indicazioni e le misure stabilite in fase di valutazione dei rischi per garantire la sicurezza delle operazioni. In particolare le procedure dovranno contenere almeno le seguenti

Gli infortuni sul lavoro in ambienti confinati sono per lo più mortali e molto spesso plurimi perché coinvolgono anche i soccorritori. Le cause possono essere multiple: mancata mappatura di tutti gli ambienti confinati, inadeguata valutazione dei pericoli o sottovalutazione dei rischi, improvvisazione, abitudine e poi ancora mancata formazione e addestramento sulle procedure di lavoro e di gestione delle emergenze. Vediamo quali sono

Riferimenti di legge: D.Lgs. 81/08 Titolo VII e Allegato XXXIV Che cos’è l’ergonomia della postazione di lavoro? Si tratta della scienza che si occupa di progettare postazioni di lavoro su misura per chi le usa, invece di richiedere al lavoratore di adattarsi alla postazione. Quali sono i rischi dei disturbi muscolo-scheletrici? I disturbi muscolo-scheletrici possono colpire muscoli, nervi e tendini causando lesioni debilitanti che possono peggiorare

Riferimenti di legge: D.M. 388 del 15 luglio 2003 Classificazione delle aziende o unità produttive  Gruppo A e di Gruppo B: aziende in cui sono presenti 3 o più lavoratori, esclusi i cantieri temporanei; Gruppo C: aziende in cui sono presenti meno di 3 lavoratori, compresi i cantieri temporanei. Per lavoratori, che prestano la propria attività in luoghi isolati, il Datore di lavoro è

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial